There is no such thing as society:
there are individual men and women,
and there are families.
(Margaret Thatcher)

Friday, March 4

Oriana senatrice a vita

Da Libero

"Vandali anti Oriana devastano la Fondazione Bellisario
di ROBERTA CATANIA ALESSANDRA MORI

ROMA - Colpita perché ha scritto su Libero un articolo in difesa di Oriana Fallaci. Almeno questa, secondo gli investigatori della Digos, è la motivazione più credibile per l'attentato subito mercoledì notte da Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario e numero due della lista Storace nel Lazio. La sua lettera era stata pubblicata quella stessa mattina in prima pagina e da ieri, nel fascicolo aperto in questura, è stata messa agli atti una copia del giornale. La sede della Fondazione, in via delle Colonnette, in pieno centro storico di Roma, è stata presa di mira da un gruppo di vandali che ha divelto la tastiera del citofono e la targa all'ingresso. Quelle stesse persone hanno anche provato ad incendiare il portone d'ingresso con un accendino, provocando danni fortunatamente lievi. Gli agenti del primo commissariato sono accorsi appena è scattata la segnalazione, ma degli attentatori già non c'era più traccia..." continua

Per aderire alla campagna "Oriana Fallaci sentarice a vita" cliccate sulla sua foto a destra!

Sartori e' per logica un deficiente

Grazie ad Otto e Mezzo sono venuto a conoscenza di un articolo scritto dal politologo Sartori sul corriere (io non leggo questo specie di quotidiano perche' non ho tempo da perdere. A rischio di perdermi i pezzi di Magdi Allam)! Un insieme di minchiate!Tra le queli le seguenti:

Prima minchiata
"Diciamo, allora, che la vita umana comincia a diventare diversa, radicalmente diversa da quella di ogni altro animale superiore quando comincia a «rendersi conto ». Non certo da quando sta ancora nell’utero della madre".
Bella questa concezione dell' uomo che diventa uomo solo nel momento che comicia a rendersene conto. Secondo questo ragionamento un bambino di 5 mesi, che sicuramente non si rende conto di chi sia, non e' uomo! Dunque, aggiungo io, in teoria si potrebbero usare dei bebe' per la ricerca scientifica. Perche' no? Tanto non sono esseri umani!

Seconda minchiata
"Se bevo un uovo di gallina non uccido una gallina. Se mangio una tazza di caviale non mangio cento storioni. E dunque l’asserzione (la terza del quesito referendario sul quale andremo a votare) che i diritti dell’embrione sono equivalenti a quelli delle persone già nate è, per la logica, una assurdità."
A parte che qui si discute di vita umana e non di vita animale dunque ogni paragone e' illecito. Sartori, cretino di professione, pensa che un embrione o comunque la vita prenatale (si perche' un uovo di gallina e' gia' uno stadio avanzato della vita animale) non sia materia di diritto. Ah mai provato a mangiare un FETO Sartori? Son sicuro che giusto per difendere le sue posizioni lo farebbe!

Minchiata detta a Otto e Mezzo ma che si intuisce gia' nell' articolo
Sartori dice che un embrione umano il cui DNA e' distinguibile come quello di un essere umano a differenza di quello di qualunque altro essere vivente non e' vita umana, ma vita in generale!
Ma se e' un embrione umano con DNA umano, come cercava di spiegarli D'Agostino (il presidente della comissione di bioetica), come fa a non essere vita umana?

E lasciamo stare la figura di merda che ha fatto durante la trasmissione continuando ad interrompere, ridacchiare e facendo il capriccoso come un bambino (che secondo lo stesso sartori non e' una persona in quanto non si rende conto di essserlo)!

BBC, Biased Broadcasting Corporation

La BBC nella copertura dell' attentato terrorista a Tel Aviv di domenica scorsa si e' resa ancora protagonista di giornalismo schierato, anti-israeliano!Un clip trasmesso dal network inglese intitolato "una famiglia in lutto" mostra compassione, invece che per i parenti delle vittime, per quelli dell' attentatore suicida. Agghiacciante! Il capo della sezione news Roger Mosey si scusa (per modo di dire) e corregge in questo modo:

"I curatori del programma e io riconosciamo il fatto che iniziare un reportage con le immagini della familglia del terrorista in lutto senza quelle dei famigliari delle vittime e' stato inappropriato (aggettivi che dimostrassero piu' pentimento non ne' poteva usare?)...Comunque, la copertura giornalistica delle ramificazioni politiche dell' attentato ... e'stata equilibrata e giusta - e gli eventi d Tel Aviv sono stati riportati nei bollettini di Venerdi' e Sabato."

Non c' e' da sorprendersi se la reazione del Blog che ha protestato contro il comportamento della BBC (Biased-BBC) a queste specie di scuse o correzzioni e' dura:

"No, Mr Mosey, non e' stato inappropriato! E' stato gorttesco, insano e detestabile. E una correzione non e' abbastanza. Non fa niente per compensare la deformita' morale dei giornalisti BBC che, quando israeliani vengono uccisi, automaticamente dirigono la loro compassione verso famiglia del terrorista suicida.."

Questo articolo sull' NRO descrive questa storia e molte altre sempre sulla BBC e la propria politica estera in Medio Oriente!

Fonte: No Pasaran

Thursday, March 3

Imparare ad essere anti-americani

Un mini e incompleto riassuntino di un articolo di oggi sul FrontPage.

Negli Stati Uniti esiste un programma chiamato Witness for Peace-WFP- (testimone per la pace) che manda gli studenti in giro per il centro e sud america con lo scopo di indottrinarli all' antiamericanismo. Fanno cio' portando i partecipanti a vedere gli "orrori"della politica estera americana e le glorie del socialismo sul posto. Comitati studenteschi di molti college, da Wellesley College a University of Minnesota e Harvard University, riescono a mandare delegazioni in paesi come Cuba e Colombia ogni anno tramite il WFP.
Questo programma, pero', sembra che si concentri soprattutto su Cuba che viene descritta come una nazione povera vittima dell' imperialismo USA che riesce comunque a provvedere ai bisogni dei suoi cittadini: case, mutua, cibo. Questo al contrario della grande e cattiva America, ovviamente. Agli studenti, naturalmente, non viene insegnato che Castro e' un dittatore che imprigiona gli oppositori politici e che censura tutto quello che gli piace.
Un' altro punto forte del proramma e' la Colombia che secondo gli organizzatori di WFP e' da anni sotto l' attacco militare degli Stati Uniti. Sostengono che, in questa nazione, ogni giorno che passa, 500 consulenti militari Americani presiedono battaglioni e altro. Certo, non importa il fatto che questi 500 militari siano li per aiutare il governo colombiano a combattere i narcotrafficanti!

Commento dell' autrice del pezzo, Alyssa A. Lappen:"Miami’s Witness for Peace Program talks of peace but, in reality, wages an ideological war on America. Encouraging students to hate their own country—and glorifying those who have ruined their own nations and oppressed their own people through Marxist tyranny—is a recipe for worldwide despotism". (Il programma WFP parla di pace, ma in realta', combatte un guerra ideologica all' America. Incoraggiando gli studenti ad odiare la loro patria e glorificando quei dittatori che hanno rovinato e oppresso le loro nazioni grazie ad una tirannia marxista, si presenta come una ricetta di despotismo globale.)

I musulmani olandesi rifiutano il piano del governo per la preparazione degli Imams

Ecco perche' non sara' facile monitorare quello che viene insegnato dagli Imams!
I mussulmani olandesi hanno rifiutato il piano del ministro dell' immigrazione Rita Verdonk per l' integrazione e la preparazione degli Imams e vogliono che sia il loro di Programma ad essere implementato! Da Islam on-line: "Dutch Muslims have urged the government to adopt their own version of qualifying and training imams with some help from experts and specialists across Dutch universities". The Muslim Council of the Netherlands si e' addirittura permesso di commentare l' iniziativa del ministro facendo riferimento alla cultura occidentale notando che l' intrusione della Verdonk viola la natura secolare dei paesi occidentali, soprattutto quella Olandese!
Adesso mi chiedo: Chi le paga questo programma che i musulmani vogliono a loro modo? Il governo Olandese o gli immigrati? La domanda e' retorica ovviamente!

Fonte: Dimmi Watch

Blogger liberali riunitevi

Guerre civili si fa promotore di un nuovo esperimento per riunire e creare un network di bloggers liberali. Ecco il manifesto a cui aderisco! Leggetevelo tutto, io riporto solo l' inizio e la fine.

Il manifesto del blogger liberali
Assunto: nel tessuto sociale e culturale italiano si è formato un movimento composto da credenti, laici liberali e liberal-socialisti. Questo movimento non si muove in base a schemi di partito ed è per forza di cose fluido, mobile, più innovativo dei suoi quadri di rappresentanza. Potremmo definire questo movimento come “neocon”, anche se –per dire la verità- esso è la vera forza progressista del paese, mentre quello parallelo di sinistra –l’unico motore che tiene in vita il delirio bertinottiano- è conservatore, illiberale, antimodernista. Chiamiamolo allora “neolib”...

...Chi scrive è impegnato a creare una rete di blog neoliberali, dotata di un “aggregator” e di un Portale che trasformi i testi dei bloggers in culture da restituire con una piattaforma comune.
Il brand prevede anche la realizzazione di un giornale quotidiano da stampare in proprio, a scuola, nei luoghi di lavoro, a casa propria, per mezzo della stampante personale; si prevedono inoltre punti formativi e informativi da utilizzare nei network radio e televisivi.E’ il momento di dare voce all’intelligenza e forma alle idee.
PAOLO DELLA SALA

Il nostro eroe Zapatero ne combina un' altra

A quanto pare l' intelligence spagnola ci ha messo 8 mesi prima di riferire alla FBI che un sospetto catturato dopo l' attentato a Madrid stava pianificando un' attentato al Grand Central Terminal di NY. Infatti, dei disegni e delle informazioni tecniche della stazione furono trovati nella casa di questo tizio qualche giorno dopo l' attacco terrorista in Spagna ("The sketch and data were on a computer disk seized about two weeks after the train bombings that killed 191 people last year, the Spanish newspaper El Mundo first reported") mentre sono stati passati all' intelligence americana solo poco tempo fa! Per fortuna niente di serio ("U.S. officials said Wednesday there was no immediate threat to the famous railroad station").
Gli Spagnoli dicono che si tratta solo di una caso di incompetenza da parte dei servizi spagnoli che hanno posseduto questo materiale per cosi' tanto tempo senza saperlo (cosi' ha detto un reporter de El Mundo a foxnews ieri), mentre molti negli Stati Uniti hanno il dubbio che le informazioni siano state trattenute intenzionalmente. Con Zapatero non ci sarebbe da meravigliarsi se la seconda ipotesi fosse corretta. Fatto sta che, anche se fosse "solo" un caso di incompetenza e' la dimostrazione che la Spagna e' in mano a degli invorniti (come dice mia nonna)!

La storia da FOXnews

Non vi e' limite alla cretinaggine liberals

Mentre lavoravo sulla mia tesi tutto ad un tratto ho sentito un serie di parolacce venire dalla stanza di mio padre. Perche' si agitava tanto? Beh, stava ascoltando Hannity and Colmes alla radio e sembra che la famigerata ACLU (American Civil Liberties Union, una congrega di liberals estremisti) voglia mettere in discussione il modo di datare gli anni "avanti cristo/dopo cristo" (BC/AC). Non e' politicamente corretto!
Io dico...meglio che non dico niente se no mi sento male!

Wednesday, March 2

L' Olanda abbraccia Zapatero

Ma io dico, ma questi Olandesi vivono sulla luna?O si sono tutti trasferiti in Spagna?
Da Corrispondenza Romana 19/02/05 e ripreso da Fattisentire.net

Unione Europea: l'Olanda, a nome della UE, nega l'istituto della famiglia
"L'Olanda, presidente di turno dell'UE, ha schierato l'Unione Europea contro una risoluzione ONU in difesa della famiglia. Cosa intende fare ora il Governo italiano per dissociarsi da questa posizione?

L'Olanda, presidente di turno dell'UE, ha schierato l'Unione Europea contro una risoluzione ONU in difesa della famiglia, presentata dal Governo del Qatar (General Assembly Resolution 59/111) e approvata per consensus il 6 dicembre dello scorso anno dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La risoluzione è meglio conosciuta come "Doha Declaration", dal nome della capitale del Qatar dove i rappresentanti dei governi, del mondo accademico e della società civile di tutto il globo si sono riuniti il 29 e 30 novembre scorsi per celebrare il decimo anniversario dell'anno Internazionale della Famiglia. La Dichiarazione di Doha, in cui, tra l'altro, si afferma che la famiglia è "il nucleo naturale e fondamentale della società (che) ha diritto ad essere protetta dalla società e dallo Stato", ha trovato ampio consenso alle Nazioni Unite, con la sola eccezione dei rappresentanti della Comunità Europea che, guidati dall'Olanda, si sono opposti al riconoscimento e, quindi, alla tutela della famiglia come istituto naturale. In questa occasione l'Olanda, presidente di turno del Semestre europeo, è intervenuta ben due volte protestando in nome dell'"European Union Group" che include gli Stati associati. La prima volta l'olandese Peter-Derrick Hof ha affermato che "le famiglie e le strutture familiari sono cambiate nel corso degli anni" e che perciò "l'Unione Europea deve dissociarsi dal testo". La seconda protesta è stata formulata da Dirk Jan Van Den Berg che ha sostenuto "che il concetto e la composizione" della famiglia sono "mutati nel tempo" e, citando come esempio di famiglie anche i single, ha spiegato che non si può riconoscere ad essa alcuna identità, dato lo Stato non può porre alcun distinguo o limitazione, tanto meno quelle basate, per esempio, su "l'orientamento sessuale". In che misura questa presa posizione è veramente rappresentativa dei governi che compongono l'Unione Europea? Esiste davvero questo accordo intergovernativo tra gli Stati Europei a danno della famiglia; e quando, e in che occasione, l'Italia vi avrebbe aderito; e perché continua a sostenere questo (presunto) accordo che non risulta essere stato mai promulgato da nessun organo della Comunità, ma che invece viene imposto come dato certo. Comunque stiano le cose, cosa intende fare ora il Governo italiano per dissociarsi da questa posizione e, quindi, rilanciare seriamente la promozione e la difesa della famiglia, e dei suoi membri, come esplicitamente richiesto dalla Comunità internazionale con l'approvazione della "Dichiarazione di Doha?"

Chavez bastardo

Da Publius Pundit una copertura su cosa sta succedendo nel Venezuela di Chavez. Ecco gli ultimi due post.

HUGE WAVE OF ARRESTS IN VENEZUELA
"These are dark days for Venezuela. Dictator Hugo Chavez has ordered a terrible string of arrests of some of the country’s most prominent journalists, bankers, union leaders, lawyers, and political leaders. I have never seen anything like this, coming in such a sudden, synchronized wave. This is a dark night of totalitarianism descending". A.M. Mora y Leon
(Questi sno giorni tristi per il Venezuela. Il dittatore Chavez ha ordinato una terribile serie di arresti di molti personaggi importanti - gornalisti, banchieri, sindacalisti, avvocati e politici- Non ho mai visto niente di simile succedere cosi' all' improvviso e in modo sincronizzato)

DEATH SQUADS APPEAR IN VENEZUELA
"If you are prominent, you get arrested. If you are not, you get the death squad. Hundreds of bodies are being discovered in this extremely alarming new development out of Venezuela. The details are atrocious." A.M. Mora y Leon
(Se sei un uomo importante vieni arrestato. Se non lo sei, arriva la squadra della morte. Centinaia di corpi sono stati scoperti a prova di questo nuovo e allramante sviluppo in Venezuela. I dettagli soono atroci)

Non e'che adesso ci tocca trovare un paese sudamericano da bombardare per fars'i che si scateni l' effetto domino anche in quel continente (nei paesi che ancora non sono democratici si intende: Cuba, Venezuela)

Ditemi che e' uno scherzo!

Il comunicato del CDA dell' editrice
L’Editrice del Foglio e la cooperativa di produzione del medesimo hanno congedato
in data odierna dalle sue funzioni il direttore del Foglio Giuliano Ferrara. Al suo
posto è stato chiamato Lodovico Festa inteso Vichi, uno degli attuali condirettori. Ferrara
ha acconsentito al ricambio e ha garantito la prosecuzione della sua collaborazione
in qualità di editorialista. Ferrara lascia e mantiene il suo stipendio, da sempre
assai superiore a quello di Colombo, mentre Festa raddoppia in un solo giorno e supera
gli emolumenti di Padellaro. Al direttore uscente l’Editrice rinnova i più sentiti
ringraziamenti e la considerazione per i risultati raggiunti, certa di una proficua
collaborazione nel tempo a venire. Al direttore entrante i più fervidi auguri di buon
lavoro.
Il CdA dell’Editrice e la Cooperativa di Produzione
Nota del Cdr
Avvertiamo l’importanza del momento ma anche la sua irrilevanza. La continuità
è assicurata, sia sul piano politico sia su quello degli orari, delle mansioni e degli stipendi.
Ci impegniamo a vigilare ogni giorno, a parte il sabato e la domenica.

Guerra civile tra gli editoriali de Il Foglio. Si diffondera' anche nel Libano?

Sull' articolo de Il Foglio di oggi e' pubblicato l' articolo "IL pr della piazza" (Antonella Arcomanno) da cui riprendo le seguenti parole, dette da Khaled (Una specie di organizzatore della protesta):

Vorrei un paese dove la gente condivide idee, non un’appartenenza religiosa”. Aggiunge: “Forse dovremmo iniziare col fare un cimitero statale: i nostri morti maroniti, ortodossi, armeni, protestanti, sunniti, sciiti, drusi potrebbero riposare gli uni accanto agli altri. Oggi ognuna delle 18 confessioni ha un cimitero e diverse sono le leggi che regolano matrimonio, eredità, figli; in base all’appartenenza religiosa votiamo o siamo eletti: un cristiano non può essere premier perché la Costituzione riserva il posto ai sunniti, un musulmano non può aspirare alla presidenza della Repubblica perché spetta ai cristiani e nessuno può sposarsi civilmente o dirsi ateo. In questi giorni, per la prima volta, la gente si è ritrovata in piazza unita dagli stessi ideali, cristiani, musulmani e drusi. Un primo passo. Se rimarremo uniti, potremo fare molta strada”.

Bellissime parole, piene di speranza. Tra gli editoriali di oggi, pero', cé' anche quello di C. Pannella in cui si mette in guardia che alle proteste hanno partecipato tutte le etnie e tutte le religioni tranne quella Sciita, la piu' popolosa.

"Una folla che nei resoconti giornalistici pare comprendere tutto il caleidoscopio di etnie e religioni (cristiani, sunniti, drusi, palestinesi, armeni, greci), ma che pare non aver mai visto la presenza degli sciiti. Ma gli sciiti sono una componente fondamentale della società e del mondo politico libanese, sono il 34 per cento, più di un terzo della popolazione, ben più dei sunniti che sono il 21, più dei cristiani maroniti che sono il 23 e dei cristiani ortodossi che sono l’11. Gli sciiti sono forti politicamente, non tanto e non solo perché Hezbollah ha 9 parlamentari su 128 e ben di più ne conta il moderato Amal, ma perché queste due organizzazioni costituiscono un “partito siriano” nel paese".

E questa massa e' ovviamente controllata dalla Siria e dall'Iran per mezzo degli Hezbollah che controllano tutto il sud del paese:

"Tutto il sud del Libano è nel pieno dominio delle sue milizie e delle sue strutture. Tutta la frontiera con Israele è presidiata da Hezbollah in armi che dirige anche il piccolo gruppo palestinese del jihad islamico, autore della strage di Tel Aviv della settimana scorsa. Ma il problema è che Hezbollah non agisce né come partito libanese né come partito palestinese, ma come parte dell’“Internazionale sciita” che incita alla Rivoluzione islamica da Teheran".

Ed ecco perche' sia Iran che Siria si sentono i potenti in tutta questa situazione, tanto da minacciare una guerra civile nel paese:

"il ministro iraniano invita i manifestanti di Beirut a “non cadere nella trappola ordita dagli Stati Uniti che minacciano l’unità del paese e fanno gli interessi di Israele e ad avere pazienza fino a quando non vi sarà una soluzione, concordata in una riunione dei leader di tutti i gruppi libanesi”. Un perfetto gioco di sponda con Damasco (il cui premier, Naji al Hotari, corse a Teheran due giorni dopo l’attentato contro Hariri) in cui rilancia la minaccia di guerra civile, dà un appoggio alla Siria e soprattutto disprezza il carattere popolare delle manifestazioni di protesta".

E infatti Caveman in Beirut ci dice:

"there are reports of violence in Tripoli (Karami's primary base of support) and some other areas in northern Lebanon - the strong points of Syrian support. Many people in Tripoli are very upset that their man was forced to resign - they are walking around in hordes, burning tires, burning cars, and the footage on television (LBC right now) shows quite a chaotic scene. With all the pressure that has been on Syria in the past two weeks, it would make perfect sense that the Syrians may want to create a diversion, and it seems that they may have done just that. What has happened here in just two hours was (1) A second news story has been created, demanding local news time, thereby taking some of the cameras off the protests in the downtown area; and (2) Counterdemonstrations - the thing that the opposition feared most."

Migliaia di Iracheni dicono No al terrorismo

Foto che non troverete sui giornali o televisioni!

Fonte: Free Thoughts

Tuesday, March 1

Caviale e sangue

Lettera esplosiva segnalata da Lilit e Krillix contro i liberals scritta da il Presidente dell' Iranian Jewish Public Affairs Committee (IJPAC) e pubblicata dall' Iran Insitute for Democracy. Roba tosta!
Ecco la conclusione:
"So again, just a health advisory, I would like to submit for your consideration the idea that since you are all such wonderful human beings----- may be you should consider skipping the Iranian Caviar in the Governor's Ball after the ceremonies. For those of you who still want to dip into that Caviar, be careful, so you do not choke on the blood in your Iranian Caviar." (...un piccolo e salutare suggerimento che vorrei che voi, gente cosi bella (nota sarcastica), consideraste----forse dovreste considerare la possibilita' di non mangiare il caviale Iraniano alle cerimonie. Per quelli che comunque ne vogliono assaggiare un pochino, state attenti, perche' potreste soffocare nel sangue che gronda dal Caviale Iraniano.)

Ma la parte piu' bella e' quando descrive i liberals:
"...you bleeding heart liberal, self-hating American, Michael Moore infatuated, pot-smoking, PETA member, NOW member, SAG member, Tree-hugging, France haute-couture wearing, so-called lovers of freedom of speech and fighters of censorship" (tu liberal dal cuore che sanguina, che odi te stesso, infatuato di Micheal Moore, cannaiolo, membro Peta (animalisti), membro Now, membro SAG (il sindacato di Holliwood), three-hugging (intraducibile), che indossi eleganti vestiti francesi, che ti fai chiamare amante della liberta' di espressione e oppositore della censura...)

E la parte su Clinton non e' da meno:
"You beloved President Clinton, in his infinite wisdom to buddy-up to the terrorist-mullahs who rule Iran lifted the restriction on the importation of Iranian caviar, pistachios and carpets so that they can better fund such terrorist groups as Hamas, Hezbollah, Islamic Jihad and fund their other little hobby of building a nuclear bomb..." (Amato ex presidente Clinton, che nella tua infinita saggezza nel fare amicizia con i mullah terroristi, hai tolto il divieto di importare caviale, pistacchi e tappeti Iraniani affinche' fosse piu' facile finanziare i gruppi terroristi come Hamas, Hezbollah, Jihad Islamica e i loro tentativi di costruire la bomba atomica...)

Gli elettori di Bush non guardano gli Oscar e Tolkien batte Eastwood

Gli Oscar continuano a perdere audience, e questa non e' una novita'. Ma la cosa interessante e' che, a quanto pare, "The drop in total viewership was an indication that this year's Oscar ceremony was more popular in the big cities than rural areas" (il calo dell' audiance e' stato un segnale che gli Oscar di quest' anno sono stati piu' popolari nelle grandi citta' che nelle zone rurali). Non vorrei esagerare nel cercare delle connessioni che magari non esistono, ma l' analisi sopra non vi sembra simile, se non la stessa, a quella che tutti hanno fatto dopo le elezioni Americane 2004?
Mi spiego meglio. Chi vota Bush vive nelle zone rurali, non guarda gli Oscar e non vuole aver a che fare con Holliwood, chi vota Kerry e i democratici vive nelle grandi citta' (guarda caso Los Angeles e'una di queste) e guarda gli Oscar!

Tra l'altro, l'anno scorso, l' annno di Lord Of The Rings, gli Oscar sono stati visti da 2 milioni di persone in piu'. E allora? Beh, non e' un segreto che l' opera di Tolkien sia profondamente cattolica, mentre il Film vincitore di quest' anno, One million dollar baby, non lo e' per niente (pro-eutanasia). E si sa, la religiosita' e' piu' diffusa nelle zone rurali.

Il pressing continua

Gli Stati Uniti hanno appena pubblicato un reportage sulle violazione dei diritti umani in Iran.
Oltre al diritto negato di poter sciegliere il proprio governo, gli Iraniani subiscono i seguenti abusi: esecuzioni sommarie, sparizioni di persone, torture e altri trattamenti degradanti, amputazioni e frustate, condizioni infami nelle prigioni, arresti e detenzioni arbitrarie...senza parlare della ristretta liberta' di espressione nei media, assemblee, associazioni e, ovviamente, in contesti religiosi...
La lista delle violazioni continua.

Fonte: Iran Focus

Monday, February 28

Un po' di qui, un po di la'

Finmeccanica l'occidentale, Finmeccanica e l' impero del male

Assurdo, unfuckinbelievable. Da Blog Iran:
"...Disturbing on a number of levels, including the fact that the company Finmeccanica which recently won a contract to build a new version of the presidential helicopter is one of several companies trying to sell similar technology to the Mullahs"- (...L'azienda Finmeccanica che ha recentemente vinto un contratto per costruire la nuova versione dell' elicottero presidenziale di Bush, e' una di quelle compagnie che sta cercando di vendere tecnologie simili ad i Mullahs...)

Il Berlusca non dice niente?

Linea editoriale sui quesiti 1 e 3 del referendum contro la 40: l' embrione e' un essere umano

SCOTT F. GILBERT, Swarthmore College, «La fertilizzazione è il processo mediante il quale due cellule sessuali (i gameti) si fondono insieme per creare un nuovo individuo con un corredo scientifico derivante da entrambi i genitori» ( Developmental Biology, VI ed., 2000, p. 185). KLAUS KALTHOFF, Università del Texas «Gli animali, inclusi gli uomini, iniziano la loro vita come cociti fertilizzati, che si sviluppano in adulti attraverso lo stadio embrionale e giovanile». (Analysis of Biological Development, II ed., 2001, p. 8).
RYUZO YANAGIMACHI: «La fertilizzazione, nei mammiferi, normalmente rappresenta l’inizio della vita di un nuovo organismo individuale» (Mammalian Fertilization, in The Physiology of Reproduction, II ed. 1995, vol. 1, p. 103).
STANLEY SHOSTAK, Università di Pittsburg, «Lo sviluppo lega il passato e il futuro. Mentre gli adulti sono i genitori dell’embrione attraverso la riproduzione, l’embrione è l’inizio dell’adulto attraverso lo sviluppo» (Embryology: an Introduction to Developmental Biology, 1998, p. 4).

Da MPV

Scappare dall' Olanda

Incredibile. Lo sapevo che qui in Olanda le cose si stanno mettendo male, ma non cosi' male! Il proprietario di una agenzia che aiuta Olandesi a lasciare il paese sembra che stia facendo un sacco di soldi visto che lui stesso afferma che negli ultimi tempi (soprattutto dopo l'assassinio di Van Gogh) la lista di gente che vuole emigrare si e' allungata incredibilmente.

Un pezzetto dell' articolo dal New York Times
-..."Leave this stable and prosperous corner of Europe? Leave this land with its generous social benefits and ample salaries, a place of fine schools, museums, sports grounds and bicycle paths, all set in a lively democracy?
The answer, increasingly, is yes. This small nation is a magnet for immigrants, but statistics suggest there is a quickening flight of the white middle class. Dutch people pulling up roots said they felt a general pessimism about their small and crowded country and about the social tensions that had grown along with the waves of newcomers, most of them Muslims."The Dutch are living in a kind of pressure cooker atmosphere," Mr. Hiltemann said...-


Fonte: FrontPage

Il primo ministro Libanese si dimette

La storia si ripete

Attenzione. Prima parte del post spudoratamente copiato ed incollato da 1972

lunedì, febbraio 28, 2005
La banalità del male. Oggi i nazisti islamici hanno macellato più di cento iracheni in coda davanti a un ospedale. Chi li appoggia, li giustifica o non li condanna è come loro. Chi non li combatte è loro complice. Il resto sono chiacchiere vomitevoli.

Leibniz ci segnala un bell' articolo pubblicato sulla versione internazionale dello Spiegel in cui l' autore si domanda:" Non e' che Bush ha ragione?". Nella sua analisi questo Malzahn (l' editorialista) paragona Bush a Regan e ricorda l' astio europeo verso entrambi; "Germany loves to criticize US President George W. Bush's Middle East policies -- just like Germany loved to criticize former President Ronald Reagan. But Reagan, when he demanded that Gorbachev remove the Berlin Wall, turned out to be right. Could history repeat itself?" (La Germania ama criticare il presidente americano GWB e le sue politiche medio-orientali--giusto come la Germania amo' criticare Reagan. Ma reagan, quando insistette con Gorbachev che il muro di berlisno venisse rimosso, poi ebbe ragione. Potrebbe la storia ripetersi?)

Commento: Ebbene si

Nella Bible Belt sarebbero stati piu' sicuri

Una famiglia cristiana fuggita in America dall' Egitto per paura di essere sterminata dagli estremisti islamici non e' riuscita a scappare al suo destino. Trovati in New Jersey e, ovviamente, uccisi!

Considerazione: come si domanda Dhimmi Watch, "Are quiet and hidden Islamist extremist cells coming to life in America?". Anche Daniel Pipes, dopo aver mollato la storia per qualche giorno si preoccupa e fa una simile appunto:"Assuming the information is accurate, it raises a most alarming prospect of the importation of Shari‘a to America". Pero' aggiunge che la storia verra' messa a tacere perche' non politicamente corretta "I suspect, however, that government, media, academy, churches, and others will prefer not to see this horrifying development for what it is".

Come sempre io arrivo in ritardo su queste news. Infatti tutto e' successo a Gennaio. Ma, considerando il fatto che un mese e piu' e' passato e che nei media Americani non se ne parla piu', ho paura che Pipes aveva ragione!

Fonte: Dimmi Watch

Sunday, February 27

Flat Tax. L' est europeo ha una marcia in piu'

Qui in Italia non si riesce proprioa tirare giu' le tasse in modo deciso, in mezza Europa sono invece talmente avanti che in fatto di Tassazione hanno superato gli Stati Uniti. Cé' molta letteratura sulla Flat Tax (non cercate tramite Google perche' e' di sinistra e i primi dieci link che vi mostra ne parlano male), ma ci sono gia' anche molti paesi che l' hanno gia' introdotta e con successo! L' ultima e' la Romania (quarto post verso il basso, il trackback non mi funzionava).

Flat Tax: An income tax having a single rate for all taxpayers regardless of income level and type.
Pesi che l' hanno gia': Estonia, Lettonia, Lituania, Ucraina, Russia, Serbia, Slovacchia.
Paesi che la vogliono: Polonia e Repubblica Ceca.

Fonte: Adam Smith Institute blog

Piccola biografia sul creazionismo scientifico

Chiamatemi Estremista religioso ma ogni giorno che passa divento sempre un po' di piu' Creazionista. Scoperte del genere non fanno altro che convincermi sempre di piu' che l' era del dominio culturale dell' uomo darwiniano sta finendo!
In Germania hanno sospeso un professore racconta balle perche' si e' scoperto che manipolava dati sul ritrovamento del tedesco piu' vecchio del mondo! Sembra, anche se non ho capito bene ancora perche', che "...forse non discendiamo dall’uomo di Neanderthal. O quantomeno, non esiste più la prova decisiva dell’assunto, il mitico anello mancante che sembrava collegare le origini della nostra specie a quelle dei villosi preistorici. Non datava a 36 mila anni fa, non apparteneva quindi al tedesco più antico del mondo, il cranio trovato in una torbiera non lontano da Amburgo. Più normalmente, giusta l’analisi della datazione al carbonio, eseguita dall’Università di Oxford, aveva «solo» 7.500 anni: un bambino, rispetto all’ipotesi originale e fin qui considerata vera".

Fonte: fattisentire.net

Se cliccate sul titolo accedete ad una serie di recensioni di materiale scientifico sulla teoria creazionista! Purtroppo i libri sono difficlissimi da trovare in giro! Egemonia culturale!

Saturday, February 26

Per la serie "Lo sapevamo tutti"

Krillix ha visto Punto e a Capo o ha letto la Repubblica e scrive questo post, io linko perche' non oso avvicinarmi a tali contenitori televisimi o quotidiani se non alla larga.
Si parla di G8, scontri tra i NO GLOBAL e la polizia e Black Bloks...

Terrorista gay, eh eh eh

Tu guarda il potere della globalizzazione!!!!

Da TG5.com "Al Zarqawi, il capo dei terroristi iracheni ed uno dei più pericolosi criminali internazionali potrebbe essere omosessuale..."

Fonte: Cuggi'

Dai che ci siamo quasi!

Ve lo traduco, non ho niente da fare!
-Theran-- In un recente report consegnato al supremo (ridiamo) leader del regime iraniano A.K. dalle guardie della rivoluzione iraniana (la polizia) si afferma che se una dimostrazione o una protesta a Theran dovesse durare piu' di sei ore, l' apparato di sicurezza non sarebbe piu' in grado di controllare la situazione. "La societa' e' in subbuglio. Se certe zone sensibli di Therano dovessero esplodere la capitale cadrebbe nel caos e se le proteste continuassero senza opposizione e crescere in importanza per piu' di sei ore, la situazione sarebbe incontrollabile" dice il report.-

-Tehran -- In a recent secret report to the Iranian regime's Supreme Leader Ali Khamenei, Iran's Revolutionary Guards Corps pointed out that were a demonstration or rebellion to last more than six hours in Tehran, the security apparatus would no longer be able to control the situation. "Society is in an unstable state. Were certain sensitive locations in Tehran to 'explode' under these circumstances, and the capital sink into chaos, if uprisings continue unabated and grow larger for more than six hours in Tehran, the situation would become uncontrollable", the report said.

Fonte: IranianVoice

Viva la costituzione

Il solito grande Camillo nel commentare l' intervista a Prodi sul Corriere di oggi!

Romano Prodi ha scritto una pagina intera sul Corriere per spiegare che l'articolo 11 della nostra Costituzione costituisce "un rifiuto fermo e assoluto" alla guerra. Solo che non è vero. "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli". Le dittature, va da sé, offendono la libertà dei popoli. Fare una guerra a una dittatura significa difendere la libertà di quei popoli oppressi, non offenderla. E' ovvio, no? Ed è anche scritto in italiano. Essendo stati liberati da un intervento armato, ovviamente i costituenti non avrebbero mai potuto escludere le ragioni di una guerra contro una dittatura.

A quando due bombette sulla Siria?

Ecco una bella testimonianza di come la Siria stia cercando di creare caos in Iraq tramite la sua intelligence. In un video apparso sulla televisione al-Iraqiya un agente segreto Siriano ammette di essere pagato per insegnare ai wanna-be terroristi Iracheni come si costruiscono le macchine bomba da lanciare contro gli Americani!

PS. Come se non si sapesse gia'!

Fonte: Jihad Watch